martedì 13 luglio 2010

Ghiandaie marine

scivolano nell'azzurro
come petali di fiordaliso
lampi
piroetta
l'assoluta grandezza del silenzio
involontario
trattenuto
bestemmiato
salgono a raccontare la traiettoria del tempo
la derivata dello spazio
con il cuore in subbuglio e
osservare
giocare
cadere in quella sorta di ascesi
che rassomiglia amore

Nessun commento:

Posta un commento